Idaho, cinque fonti termali naturali nelle Sawttooth Mountains

L’Idaho vanta il più grande numero di fonti termali naturali di tutti gli Stati Uniti! Esistono almeno 130 piscine naturali accessibili per bagni termali su 340 fonti geotermali di tutte le forme e dimensioni; alcune facilmente raggiungibili, altre che richiedono alcune giornate di camminate.  Le acque geotermali dell’Idaho sono calde poiché il riscaldamento proviene dalla crosta terrestre, che spaccandosi le spinge verso l’alto ove in superficie si formano piscine naturali accanto al deflusso dell’acqua calda. Con una tale pressione verso l’alto, l’acqua defluisce calda poiché non ha il tempo di raffreddarsi. Il 90% delle 340 fonti d’acqua calda dell’Idaho sono il risultato di un surplus d’energia che riscalda l’acqua accanto alle linee di faglia, mentre le fonti termali calde rimanenti sono tradizionalmente riscaldate dall’attività vulcanica. Sono le stesse acque geotermali da tempo conosciute dalle tribù degli indiani nativi, che qui vi si radunavano lasciando testimonianze su graffiti rupestri o reperti di rocce e sassi. Poi sfruttate anche da coloni, minatori e cacciatori di pelli fino alla metà dell’800. Una delle zone che vanta un nucleo di belle hot springs naturali è la Sawtooth Mountain National Forest con il suo vasto comprensorio montano ed il patrimonio forestale.

Si possono intraprendere belle camminate in splendidi paesaggi alpini e trovare vasche naturali d’acqua termale calda dove  ristorarsi lontani dalla folla, a contatto diretto con madre natura.

Iniziamo quindi il nostro percorso rigenerante – autunnale o invernale – partendo da Stanley, graziosa località alpina nelle montagne Sawtooth. Stanley è la proverbiale comunità delle Rocky Mountain immersa nella natura selvaggia dell’Idaho centrale; zona d’accesso alle Sawtooth Mountains, alla Frank Church Wilderness ed al famoso fiume Salmon River – The River of No Return. Questa pittoresca località si trova incastonata tra le montagne ed il fiume, tanto da essere spesso definita  “Alpi Americane”.  Le torreggianti vette sono decisamente uno dei più bei paesaggi del nord ovest degli Stati Uniti. Stanley, con la sua varietà di attività all’aperto nell’ambiente così integro, – impareggiabile nei rimanenti stati continentali – combinate al possente fiume Salmon, si assicura una posizione di rilievo per coloro che sono afflitti da compulsione avventurosa!

La prima tappa è alle Challis Hot Springs che distano ad un’ora e mezza d’auto. Ci si può abbandonare ad un bagno rilassante. Due sono le piscine termali, la Large Pool e la Therapy Pool; la prima regolata  per una piacevole immersione a tra i 36° e 38° C, mentre la seconda  non è regolata e le sue acque mantengono una temperatura tra i 40° ed i 41° C. Entrambe hanno una pavimentazione  a ghiaino da consentire all’acqua di  sfociare naturalmente attraverso il terreno e mantenete le piscine costantemente colme d’acqua minerale fresca.  Si accede alle vasche per soli 10$.

In questa zona remota dello stato, incastonate nell’entroterra tra le piccole comunità di Salmon e Challis, si trovano le fonti termali più maestose dell’altipiano desertico.  Le Goldbug Hot Springs sono considerate una vera e propria gemma geotermale. Le piscine si trovano  nella National Forest Land; un catena di sei vasche, a cascata sono la coronazione dei desideri degli intrepidi amanti d’acque sorgive naturali calde, Infatti le si raggiungono con una camminata di 5 km. La temperatura dell’acqua varia di stagione in stagione;  sabbia e sassi caratterizzano il fondo delle vasche, che sono contornate da muretti di roccia e ricevono l’acqua calda anche in forma di cascate.

Le Kirkham Hot Springs sono assolutamente mozzafiato, a 900 metri d’altitudine si raggiungono scendendo scale a fianco del fiume Payette River dove si trovano le vasche naturali circondate dalle cascate. Le fonti Kirkhams gorgano da un lungo spuntone di roccia che corre parallelo all’affluente South Fork del fiume Payette. E’ come un tubo flessibile ammollo, con acqua geotermale che fuoriesce dalle rocce in flussi diversi per potenza e temperatura. Da fessure ampie in cima allo spuntone si creano due cascate, perfette per massaggi al collo ed alle spalle. Sotto queste docce e nei vari ruscelli, l’acqua calda naturale si raccoglie in piscine di varia grandezza. Queste fonti termali si ricongiungono al fiume dove l’ingegno umano ha sistemato rocce per formare ulteriori vasche.  Ogni piscina geotermale varia in temperatura, quindi è sempre meglio testare prima. Kirkham per altro serve da fonte d’interpretazione sul fenomeno dell’’attività’ geotermale. Infatti, c’è un sentiero che si snoda tra sorgenti  e fonti che continuamente offrono acque minerali calde e la segnaletica lungo  il percorso descrive le fonti termali e la storia di questa zona.

Le Sunbeam Hot Springs sono vasche adattate con pavimentazione di ghiaino e sabbia. Questa è una delle fonti termali a Stanley che sorge su un sito storico, con un antico edificio termale. Oggi l’edificio non è più accessibile, ma rimane testimonianza del passato termale della località.  Sunbeam si manifesta da una collina a nord della Highway 75, mostrando le rocce a forma di cono coperte da vegetazione di alghe gialle ed arancioni. L’acqua scorre sottoterra prima di emergere sulle rive del fiume.

Le fonti chiamate Boat Box sono decisamente tra le più curiose, a soli cinque minuti da Stanley! Esiste sia una vasca di legno – un calderone simile a quello di una strega e che ospita solo due persone – che può essere usata tutto l’anno, sia piscine con muretti di sassi accanto al fiume. La piscina per i bagni è tra le preferite poiché la temperatura è regolabile e nel caso si può sempre raffreddare grazie ad un secchiello che attinge acqua fresca dal fiume. Non ha prezzo quest’acqua minerale che sgorga da una tubatura metallica, mentre ci si adagia in totale relax. Il posto vale l’esperienza soprattutto fotogenica.

Denver, Colorado è la porta d’accesso ufficiale all’immensa regione del Great American West.

INFO: The Great American West – Italia – https://greatamericanwest.it/

 FB: The Great American West – Italia